Come Conoscere e Conquistare una Ragazza all’Università

L’Università, nuovo mondo sotto tutti gli aspetti, anche per quanto riguarda le conoscenze e gli approcci con le ragazze. Ecco qualche dritta per conoscere e conquistare una ragazza senza essere invadente.

Il tempo del liceo è passato, gli imbarazzi e le difficoltà per conoscere una ragazza di un’altra classe sono banditi e il  modo per fare conoscenza ed approcciare all’università diventa molto più facile.

Uno dei motivi, rispetto al liceo, è l’alto numero di ragazze che frequentano l’università che fa alzare le probabilità di incontrare e di inquadrare quella che più vi colpisce, lanciandovi verso la conoscenza.  In genere all’università ci si sente un po’ più sciolti  e più liberi, quindi trovare ragazze alla mano non dovrebbe essere una grande impresa e gli spunti per parlare possono essere tanti.




Uno dei periodi migliori per farsi avanti è l’inizio del primo semestre dell’anno, in questo preciso momento della vita universitaria si è tutti un po’ smarriti e chiedere aiuto o dare consigli, diventa un buon modo per conoscere la ragazza che vi  piace.

come conquistare una ragazza all'università

Chiedere aiuto per orientarsi, se siete nuovi anche voi, oppure dare una mano se invece fosse nuova lei, indirizzandola nell’aula giusta o parlarle di un determinato professore, potrebbe portare alla nascita di una conversazione. In seguito, rivedendola,  potreste chiederle  informazioni su libri o dispense e se lei vi  dovesse dare aiuto la prima volta, magari un caffè al bar della facoltà potrebbe essere un modo  piacevole per proseguire la conversazione. Ma ricordate, solo se lei sarà disposta ad aiutarvi, altrimenti potrebbe essere già un segnale di chiusura e senza rendervene conto si potrebbe rischiare di diventare invadenti.

Assodato che l’invadenza non dovrà assolutamente fare parte del vostro piano di studi, muovetevi sempre con discrezione e a piccoli passi.

Negli altri periodi dell’anno, forse è un tantino più difficile approcciare, ma le argomentazioni e le scuse non mancano di certo, basta anche solo chiedere se ha delle informazioni su appartamenti in affitto, oppure chiedere come si trova con la sigaretta elettronica che sta fumando,  per smettere finalmente una volta per tutte.

Le ragazze sono tutte belle e particolari a loro modo, ma si tratta sempre di donne, con le loro fragilità e i loro momenti. Una canzone del grande Liga dice che” le donne lo sanno”, ebbene questo è un concetto che dovrà entrarvi in testa, le donne sono molto intuitive e se inizierete ad essere assillanti, la bocciatura è assicurata.




Desiderando anche in questo caso  di raggiungere un bel trenta e lode, usare un pizzico di seduzione non guasterebbe affatto. La seduzione è un’arte e va dosata e sfruttata al meglio per conquistare una ragazza.




Il primo approccio dunque è fondamentale, è importante avvicinarsi con indifferenza e iniziare una conversazione normale. Evitare di diventare pesanti e fare in modo che già il primo incontro le lasci qualche cosa di voi, ovviamente qualche cosa di positivo.

Cercate di essere ironici ed originali, ma senza esagerare ostentando la vostra personalità, non tentate di sembrare quello che non siete solo per piacere.

Durante l’approccio l’umorismo è la carta vincente, farle vivere quel momento con ilarità e leggerezza sarà un buon modo per portare lei ad un secondo incontro con maggiore voglia di ripetere l’esperienza.

Cercate di connettervi il più possibile con le loro emozioni, sappiate ascoltare, le ragazze hanno bisogno di un ragazzo che le ascolti, che le capisca il più possibile e cercate in tutti i modi di essere sinceri, la sincerità paga sempre e in questo periodo storico di crisi economica, forse è l’unica cosa che paga sicuramente.

Prestate sempre attenzione ad una donna, è il modo più giusto per darle importanza e sfoggiate sempre un bel sorriso, ma senza essere spavaldi, anche un sorriso che cela una certo imbarazzo potrebbe risultare molto sexy.

Oltre al sorriso anche  lo sguardo è fondamentale, comunicare con gli occhi crea un momento di empatia molto forte, quindi cercate di guardare lei il più possibile dritto negli occhi quando parla e sforzatevi il più possibile, almeno al primo incontro, di non  buttare l’occhio su altre cose interessanti che avrete notato già del suo corpo.

Se seguirete questi semplici consigli, la probabilità che lei abbia voglia di rivedervi sarà alta,  ma ricordate anche che aspettare un po’ prima di chiedere un secondo incontro e scambiare il numero non è poi così sbagliato. Sempre per non rischiare la famosa invadenza di cui si parlava prima, lasciare che passi un po’ di tempo per riflettere sul primo incontro e per far aumentare la voglia di un secondo, sarebbe una buona mossa per farsi anche un po’ desiderare.

“Prendi una donna, trattala male e lascia che ti aspetti per ore” decisamente no, ma i primi tempi  anche la giusta dose di seducente discrezione, non sarebbe male. In bocca al lupo ragazzi e buona conquista.

“Ad ogni donna corrisponde un seduttore. La sua felicità sta nell’incontrarlo”. Soren Kierkegaard

 



 

Be the first to comment on "Come Conoscere e Conquistare una Ragazza all’Università"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*