Come fare un Dottorato di Ricerca all’estero

Il Dottorato di Ricerca, come abbiamo avuto modo di dire nell’articolo precedente, rappresenta la vetta più alta degli studi accademici. Senza contare che, spesso, rappresenta un ottimo lasciapassare per ruoli dirigenziali nel mondo del lavoro. Ma, per chi di voi vuole arricchire il proprio curriculum con un’esperienza all’estero, sappiate che esistono delle ottime opportunità fuori dall’Italia per chi vuole continuare i proprio studi accademici. Vediamo come fare.





Iniziamo col dire che cercare un Dottorato di Ricerca all’estero (PhD projects) non è affatto semplice! Occorrerà innanzitutto avere le idee chiare su quale ambito lo studente vorrà concentrare il progetto di ricerca. Infatti, è tipico di molti anteporre la destinazione (la propria capitale europea o trans-oceanica preferita, l’università più prestigiosa ecc.) piuttosto che l’ambito di approfondimento scientifico. Vi consiglio di non ragionare mai in questi termini, sarebbe un grande errore! Infatti, nella scelta dei candidati da parte delle università straniere, avranno un ruolo decisivo le motivazioni che il candidato sarà capace di esporre a sostegno della propria scelta. Quindi, sarebbe opportuno e consigliato scrivere una buona lettera di presentazione (cover letter), dove si dovranno esporre chiaramente le personali motivazioni. Ricordate che la cover letter viene quasi sempre richiesta durante la selezione degli aspiranti dottorandi!

Dopo che avrete bene in mente la vostra scelta, dovrete passare alla ricerca del vostro progetto di ricerca…..online! Se non lo sapeste, esistono dei siti specifici per la ricerca di PhD projects, come ad esempio Findaphd. E’ un sito dove è presente una notevole selezione di proposte di dottorato internazionali, oltre ad offrire servizi utili per gli aspiranti dottorandi tra cui uno specifico Forum sul quale studenti e professori potranno discutere di tutte le questioni relative allo studio post-laurea. Ovviamente, il sito e le informazioni annesse sono in inglese! Ma sarà anche possibile ottenere informazioni utili con una normale e semplice ricerca tramite Google: infatti, molte università mettono online i loro “PhD programs”.



Dopo aver scelto l’università dove fare il Dottorato di Ricerca sarà essenziale affrontare le proprie paure e candidarsi! Infatti, quasi sempre, verrà richiesto al candidato di compilare una specifica “Application Form“, cioè un modulo in cui si dovranno elencare le proprie generalità, il percorso di studio scelto, le proprie competenze tecniche e teoriche ecc.  Insieme a questo modulo, spesso sarà necessario fornire 2 “lettere di referenze“. Queste dovranno essere redatte, appositamente per l’aspirante dottorando, da parte dei docenti universitari di riferimento (ad esempio il relatore ed il correlatore della tesi laurea magistrale). Infine, se la candidatura verrà considerata interessante ed adeguata dalla commissione, si verrà contattati per un ulteriore colloquio. In bocca al lupo a tutti!

1 Comment on "Come fare un Dottorato di Ricerca all’estero"

  1. Gentili sigg.ri avrei bisogno di un vostro consiglio , sono laureato (laurea magistrale) in Economia e Commercio , specializzato in politica economica delle imprese. Ho esperienza nel settore dei fondi immobiliari ormai da 6 anni , parlo poco inglese e mi trasferirò a Londra dal 21 novembre ! Avrei bisogno di Lavorare ma contemporaneamente frequenterei la London school of English !
    Potete aiutarmi?
    Grazie
    Emanuele

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*