Trasferirsi da un’Università ad un’altra, ecco come procedere

Durante il cammino universitario può capitare a tutti di rendersi conto di aver sbagliato università o indirizzo di studio, questo non è un dramma se ci si muove in tempo per cambiare.

Molti pensando che la procedura da seguire comporti tanto tempo e sia complicata, continuano il loro percorso senza poi coltivare realmente le proprie attitudini.

Non c’è niente di più sbagliato, se vi doveste accorgere che ciò che state studiando non vi calza a pennello e non vi dà soddisfazioni, allora è il caso di evitare di continuare e decidere il più presto possibile di cambiare strada.

Cambiare università o facoltà non solo è possibile, ma anche piuttosto semplice, basta seguire pochi passaggi armandosi di pazienza e facendosi scivolare di dosso qualsiasi tipo di paure o  di rimorsi per il cambiamento. Si tratta della vostra vita e del vostro futuro e centrare l’obiettivo che vi rende più felici è la cosa più sana e giusta da fare.

Questi sono i passaggi da fare per trasferirsi da un’università ad un’altra:

trasferimento università

    1. Per prima cosa è necessario muoversi all’interno della nuova università. Abbandonata quindi l’idea di proseguire in quella attuale, dovete presentarvi nella segreteria della nuova università o facoltà che avete scelto,  per raccogliere tutte le informazioni necessarie. E’ importante presentare la domanda di trasferimento essendo in regola con il pagamento delle tasse e informarsi preventivamente su eventuali vincoli. Informatevi poi se sono richiesti oppure no test di ingresso e se gli esami già superati nella precedente università,  possono essere riconosciuti



  1. Il secondo passaggio da fare è la presentazione della domanda di congedo nella università attuale che avete deciso di lasciare. In segreteria vi lasceranno un modulo prestampato nel quale andranno specificati l’università di destinazione e il corso di laurea che si intende seguire. Una volta compilato, andrà riconsegnato in segreteria. Assieme alla domanda di trasferimento, vi chiederanno di lasciare il vecchio tesserino universitario e di allegare una marca da bollo. Ricevuta tutta la documentazione, provvederanno a rilasciarvi il nulla osta da consegnare alla nuova università. Il modulo si può anche scaricare nella sezione modulistica delle pagine di segreteria on-line del sito della segreteria studenti. Il periodo per fare domanda di trasferimento è a partire dalla metà di luglio sino alla fine di settembre, ma per conoscere meglio le scadenze si può consultare il calendario accademico.
  2. Il terzo passaggio e diciamo anche quello definitivo è  di presentare la domanda di iscrizione alla nuova università. Compilate scrupolosamente la documentazione prevista. Vi verrà di seguito richiesto il nulla osta fornitovi dall’università attuale e nel caso di riconoscimento degli esami già superati, i programmi degli insegnamenti. Se non ci sono esami da convertire la procedura sarà velocissima e immediata, in caso contrario ci vorrà un po’ più di tempo. La nuova università che avete scelto, dovrà avere modo di  valutare se riconoscere gli esami già sostenuti e i relativi cfu. Le domande di congedo per un altro ateneo vengono accettate dalla segreteria a partire dal primo giorno di iscrizione all’anno accademico successivo e fino al termine previsto dall’università di destinazione.



Una volta ricevuta la conferma dell’iscrizione, il numero di matricola e il tesserino, sarete sempre ancora studenti universitari, con tutte le difficoltà, le ansie da esame, i momenti più duri e quelli più facili, ma la cosa più importante è che sarete a tutti gli effetti studenti di una nuova università, quella che sicuramente vi renderà più sicuri e sereni perché l’avrete scelta consapevolmente,  lasciando quella precedente che non vi rendeva pienamente soddisfatti.

La scelta dell’università e del percorso di studi da intraprendere dopo le scuole superiori sarà  di grande importanza, ma spesso viene presa senza attribuirgli il giusto peso.

Se si tratta del vostro caso o se durante il percorso non siete più convinti della scelta, cambiare non sarà di certo la fine del mondo, l’errore sarebbe perseverare in qualche cosa che non vi rende felici.

Dopo aver seguito i nostri consigli su come procedere al cambio di università o di facoltà, vi diamo il nostro in bocca al lupo per il nuovo percorso da affrontare, sicuramente meno insidioso del precedente.

Ci sono sempre due scelte nella vita, accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle” . Denis Waitley.

Be the first to comment on "Trasferirsi da un’Università ad un’altra, ecco come procedere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*