Università e riscaldamento globale

Mentre le discussioni sul clima e sulle ricerche climatiche infuriano, il lavoro degli scenziati del clima continua ad evidenziare l’urgenza nell’adottare qualche intervento sul clima. Dal lato delle politiche mondiali, tuttavia, i fattori negativi della recessione globale stanno portanto a tagli (speriamo momentanei) nelle ricerche sui cambiamenti climatici.

 La fonadazione canadese per il clima e le scienze atmosferiche, per esempio, non ha rinnovato i suoi fondi paventando un esodo degli scenziati del clima e una riduzioni nei progetti di ricerca. Tuttavia non tutti gli esperti di cambiamneti climatici sono pessimisti e molte istituzioni stanno collaborando nella ricerca per ridurre le emissioni di carbone. Un esempio è la “Low Carbon Energy Alliance” alleanza tra le Università del MIT, Cambridge e Tsinghua.

Occupando posizioni guida e di educatori molte Università in giro per il mondo stanno adottando politiche di sostenibilità ambientale: adottando pannelli solari nelle loro strutture e incoraggiando insegnanti e studenti ad usare i mezzi pubblici. Fonte: University World News

Sarebbe interessante conoscere anche la situazione in Italia e nelle Università Italiane per quanto rigurda le politiche ambientali adottate.

Be the first to comment on "Università e riscaldamento globale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*