Valutazione Università: metodologia utilizzata dal censis

I voti  del censis nella valutazione delle Università statali nelle classifiche variano da  66 a 110.

Questi voti sono frutto della media di cinque  indicatori: Strutture, Servizi, Borse di Studio, Web, Internazionalizzazione. Ognuno dei cinque indicatori a sua volta ha una valutazione da 66 a 110.

Servizi

  • Pasti erogati per iscritto
  • Posti e contributi alloggio per 1000 iscritti residenti fuori regione

Strutture

  • Posti aule per iscritto
  • Posti nelle biblioteche per iscritto
  • Posti nei laboratori scientifici per iscritto
  • Numero di spazi sportivi per 1000 iscritti

Borse e Contributi

  • Spesa degli atenei e degli enti del diritto allo studio a favore degli studenti sul totale degli iscritti

Web

  • Punteggio assegnato dal Censis Servizi ai siti internet delle Università sulla base della funzionalità e dei contenuti

Internazionalizzazione

  • Percentuale degli iscritti stranieri sul totale degli iscritti
  • Percentuale di studenti che nell’anno accademico precedente hanno trascorso un periodo di studio o tirocinio all’estero sul totale degli iscritti
  • Percentuale di studenti stranieri che hanno trascorso un periodo di studio presso l’ateneo sul totale degli iscritti
  • Spesa totale degli atenei e degli anti al diritto allo studio a favore della mobilità internazionale degli studenti
  • Percentuale di lauree a doppio titolo sul totale dei corsi attivi ai quali è possibile immatricolarsi

(Fonte La Repubblica – Grande Guida Università)

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0Email this to someone




Be the first to comment on "Valutazione Università: metodologia utilizzata dal censis"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*